I got it!We use cookies to customize content and advertising, to provide social media features, and to analyze traffic to our site. We also share information about your use of our site with our trusted social media, advertising and analytics partners. Read more.

Paolo Conte Lyrics
"Un Vecchio Errore"

/ 5
0 reviewers
Do you like this song?
(click stars to rate)
save!

my lyricsbox
Un vecchio errore vuole inseguirmi
e incatenarmi e trascinarmi li' davanti
ad ogni specchio per dirmi: guardati...
Io non mi guardo, giro lo sguardo...
La so a memoria troppo questa storia
e' uguale che non ci sia o che ci sia...
ci provi lo specchio ad inghiottire
nell' apparenza
L'orgoglio -e' quello che voglio-
della mia assenza
Vedi, ho pagato gia' il mio soldo di verita'...
un vecchio errore pagato caro, un gesto avaro,
avevo il cuore duro allora... ero piu' amaro...
ero piu' giovane...
niente di niente... spiega alla gente
cosa vuol dire, cosa vuol dire amare l'amore,

senza mai fare neanche un errore...
Ci provi lo specchio ad inghiottire
nella sua acqua cupa
non l'apparenza, ma il volto
che l'assenza sciupa...
Vedi, vedi... Ho pagato gia' il mio soldo di verita'
un vecchio errore pagato caro, un gesto avaro,
Avevo il cuore duro allora... ero piu' amaro...
ero piu' giovane...
Niente di niente... spiega alla gente
cosa vuol dire, cosa vuol dire amare l'amore,
senza mai fare neanche un errore...
This song is from the album "Gong-Oh".